Automedicazione: positivo il primo trimestre 2018

MERCATO

Automedicazione: positivo il primo trimestre 2018

automedicazione

Mercato dell’automedicazione in ripresa grazie ai dati positivi registrati nel primo trimestre dell’anno. La stagionalità guida il trend di breve periodo, mentre la variazione del mix di consumo verso nuovi prodotti definisce la rotta a medio raggio

3 agosto 2018

di Redazione

Il mercato dell’automedicazione gode di buona salute. A dirlo è l’associazione di categoria Assosalute che ha elaborato i dati Iqvia su questo segmento del mercato del farmaco.

Nel primo trimestre dell’anno si è registrata una ripresa, dovuta principalmente al picco di influenza verificatosi a inizio anno: un’incidenza di 14,73 casi ogni mille persone, secondo i dati della Rete Italiana Sorveglianza Influenza. Ripresa confermata anche nel mee di maggio, che ha visto consumi in crescita dell’1,4% a volumi (121 milioni di confezioni) e a valori (+ 4,2%, pari a circa 1,1 miliari di euro) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

A guidare i consumi di breve periodo sono fattori stagionali, come l’influenza o l’allergia, mentre il trend di medio periodo è determinato dalla variazione degli acquisti che vede i consumatori dirigersi verso nuovi prodotti e nuove confezioni.

Aumentando il livello di dettagli dell’analisi, farmaci Sop e Otc a maggio registrano un analogo andamento a volumi (+1,4%), mentre in termini di valori gli Otc crescono del 4,9% e i Sop del 2,2%.

Guardando invece i dati di mercato da una prospettiva annuale, per i farmaci di automedicazione si conferma però un andamento che vede una diminuzione dei volumi (-2%), a fronte di una debole crescita del fatturato (+1,3%).

Altre news

3 agosto 2018