Diversity Leaders Award 2020. Chiesi prima tra le italiane e unica nel settore pharma

NEWS

Diversity Leaders Award 2020. Chiesi prima tra le italiane e unica nel settore pharma

Diversity-Leaders-Award-Chiesi

Chiesi ha ricevuto il Diversity Leaders Award 2020, riconoscimento del Financial Times per le aziende che adottano politiche che valorizzano le diversità. Unica pharma tra le 8 imprese italiane premiate.

21 novembre 2019

di Carlo Buonamico

Per una volta la diversità conta. E chi la difende e la valorizza viene premiato. Il Financial Times ha reso nota la classifica internazionale stilata sulla base di quanto le aziende di tutti i segmenti merceologici adottano politiche concrete per sensibilizzare sul binomio diversità uguale valore e promuovendo una cultura contro la discriminazione.

Tra le 10.000 aziende con più di 250 addetti prese in esame in 10 paesi – Austria, Belgio, Francia, Germania, Italia, Lussemburgo, Pesi Bassi, Svezia, Svizzera e Regno Unito – solo otto sono le italiane comprese nella lista delle 700 realtà più impegnate nella promozione della diversità, a detta dei dipendenti e dei responsabili delle funzioni Risorse Umane. Tra esse l’unica afferente al settore farmaceutico è Chiesi. Che si aggiudica anche un altro primato rispetto alle imprese italiane premiate con il Diversity Leaders Award 2020: è prima tra queste otto, posizionandosi al 68° posto in classifica.

«Riceviamo con orgoglio questo riconoscimento internazionale, simbolo di come la nostra azienda sia già riconosciuta dai propri dipendenti come un luogo in cui la diversità e l’inclusione non sono due semplici concetti ma una realtà tangibile – ha dichiarato Giacomo Mazzariello, Head of Global Human Resources & Organization del Gruppo Chiesi -. Si tratta per noi di un punto di partenza che ci dà un’ulteriore spinta verso un miglioramento a livello globale delle nostre politiche volte e garantire a tutti coloro che compongono la grande famiglia Chiesi di sentirsi liberi di esprimere le proprie potenzialità professionali e personali».

Chiesi è seguita a breve distanza da altre corporation del made in Italy: Ferrero al 77° posto e Pirelli che conquista l’85°. Più distanziate Engineering al 119° posto, Generali al 269°, Autogrill sul gradino numero 422, Eni sul 606 e Leonardo in 651° posizione.

Altre news

21 novembre 2019