L’aiuto concreto di “In farmacia per i bambini”

EVENTI

L'aiuto concreto di "In farmacia per i bambini"

farmacia-bambini-poverta

Raccogliere farmaci da banco per uso pediatrico e prodotti baby care per combattere la povertà sanitaria pediatrica in Italia e Haiti. Il 20 novembre 2.000 farmacie aderiscono a "In farmacia per i bambini" promosso dalla fondazione Francesca Rava.

18 novembre 2019

di Carlo Buonamico

Fare qualcosa di concreto per aiutare a combattere la povertà sanitaria pediatrica in Italia e ad Haiti. L’obiettivo che si prefigge la VII edizione dell’evento “In farmacia per i bambini” promosso dalla fondazione Francesca Rava è chiaro e ben definito. Per raggiungerlo, quest’anno saranno circa 2.000 le farmacie in tutta Italia, circa 600 in Lombardia, presso le quali sarà possibile donare farmaci da banco per uso pediatrico e prodotti baby care da devolvere per i progetti di assistenza all’infanzia che la fondazione Rava ha in corso nel nostro Paese e presso l’ospedale pediatrico N.P.H Saint Damien di Haiti.

«La nostra raccolta permette di aiutare tantissimi bambini tra i più fragili, quelli che vivono lontano dai propri genitori o appartenenti a famiglie in difficoltà», spiega Emanuela Ambreck, farmacista e coordinatrice dell’iniziativa. «Secondo una ricerca che abbiamo svolto con Irs più della metà delle case famiglia, comunità per minori e enti beneficiari coprono oltre il 50% del loro fabbisogno di farmaci da banco e prodotti per l’infanzia grazie a “In farmacia per i bambini”. Il 67,2% usano quanto risparmiato grazie alla donazione di prodotti, per l’acquisto di beni di prima necessità (cibo vestiario, materiale scolastico) e il 21,7% per assistenza medica, dato che diventa fondamentale per chi fa accoglienza diretta».

Allo sforzo delle farmacie si unirà quello di 2.500 volontari afferenti al mondo della scuola, delle aziende e della pubblica amministrazione che, in concomitanza con la XXX Giornata mondiale dei Diritti dell’infanzia, aiuteranno a raccogliere e stoccare i prodotti donati da cittadini e imprese.

Con l’auspicio di superare i 201.084 prodotti raccolti lo scorso anno a livello nazionale, di cui 46.645 in Lombardia. Regione, questa, in prima linea quando si tratta di solidarietà come afferma il presidente di Federfarma Lombardia, Annarosa Racca: «la povertà che colpisce i bambini risulta inaccettabile e per questo motivo l’iniziativa della fondazione Rava deve avere sempre più seguito. Molte farmacie della Lombardia hanno partecipato all’iniziativa fin dalla prima edizione, nel 2013, e abbiamo visto che i clienti rispondono sempre con molto calore e generosità a queste richieste di aiuto solidale. “In farmacia per i bambini” è anche un’occasione per sensibilizzare le persone sui diritti dell’infanzia».

A sottolineare il forte valore sociale dell’iniziativa anche quest’anno a patrocinare “In farmacia per i bambini” partner istituzionali – Federfarma e Cosmofarma, il patrocinio della federazione degli ordini dei Farmacisti italiani e i partner aziendali, Kpmg, Assofarm, Farmacie Comunali e Lloyds Farmacia. Senza dimenticare le imprese sostenitrici, non solo in ambito salute: Chiesi, Mellin, Nutricia, Lierac, Silc-Trudi Baby Care, EcoEridania, BNP Paribas, BD Rowa, Fondazione Cariparma, Fondazione Sardegna, Fondazione CR Firenze e Fondazione Manodori.

Per conoscere le farmacie aderenti all’iniziativa consultare il sito

Altre news

18 novembre 2019