Al presidente di Farmindustria il Sigillo d’Ateneo dell’università di Bologna

EVENTI

Al presidente di Farmindustria il Sigillo d'Ateneo dell'università di Bologna

presidente-farmindustria-sigillo-uniBo

Il presidente di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi è stato insignito del Sigillo d'Ateneo dell'università di Bologna. Tra le motivazioni "la sua attività tesa alla promozione della ricerca farmaceutica in Italia e allo sviluppo del settore industriale".

11 aprile 2019

di Redazione

“Per l’attività tesa alla promozione della ricerca farmaceutica in Italia e allo sviluppo del settore industriale, e l’impegno nella valorizzazione del farmaco, quale bene etico che produce salute, sviluppo economico e occupazionale”. È questa la motivazione ufficiale in virtù della quale l’università di Bologna ha deciso di insignire il presidente di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi del Sigillo d’Ateneo.

Scaccabarozzi ha ricevuto il riconoscimento lo scorso 9 aprile nella cornice dell’Aula Absidale di Santa Lucia dalle mani del rettore dell’ateneo bolognese, Francesco Ubertini, che ha commentato: “Conferire questo importante riconoscimento al dott. Scaccabarozzi rappresenta per l’Alma Mater un’occasione per ribadire l’importanza degli investimenti nella formazione e nella ricerca in campo farmaceutico come volano di valore e innovazione, della diffusione della cultura scientifica e delle sinergie tra pubblico e privato, per il miglioramento della salute dell’uomo, nel rispetto dei valori etici e della sostenibilità”.

Durante la cerimonia di premiazione Scaccabarozzi – a capo dell’associazione che raggruppa le imprese del farmaco operanti in Italia dal 2011, ed essendo di fatto il presidente più longevo che l’associazione abbia avuto sino ad oggi – ha tenuto una lectio magistralis intitolata “L’innovazione farmaceutica per un futuro in salute. Learning from leaders”. Ad ascoltarlo una platea di studenti e ricercatori di ambito biomedico e farmaceutico.

Alla consegna del premio, Scaccabarozzi ha così dichiarato: “Il Sigillo di Ateneo che ho ricevuto mi riempie di gioia ed è un riconoscimento anche al valore dell’industria farmaceutica in Italia. Aziende che vivono nel futuro senza dimenticare le proprie radici. Una caratteristica importante per chi fa Ricerca ma anche un fondamento della mia vita. Il nostro obiettivo è regalare più tempo alla vita e più vita al tempo”.

Altre news

11 aprile 2019