Consiglio Superiore di Sanità: i nuovi membri

NEWS

Consiglio Superiore di Sanità: i nuovi membri

giulia-grillo-sanità

Il Ministro della Salute ha nominato i nuovi 30 membri non di diritto. Colpisce la debole presenza femminile e il nome di Camillo Ricordi, che aveva appoggiato il metodo Stamina. Giulia Grillo: "Rappresentano il meglio dell'Italia". Caterina Bini (Pd): "L'antiscienza fa il suo ingresso tra i nuovi membri del CSS".

06 febbraio 2019

di Carlo Buonamico

Archiviata la bagarre relativa alle presunte schedature dei membri del Consiglio Superiore di Sanità (CSS), ieri 5 febbraio sono stati resi noti dal Ministero della Salute i nomi dei nuovi 30 membri non di diritto. Scorrendo la lista stilata dal Ministro Giulia Grillo, saltano all’occhio tre particolari.
La presenza femminile è ridotta al lumicino. Solo 3 donne siedono nel consiglio, un terzo rispetto a quelle che erano state designate dall’ex Ministro Lorenzin. Riconfermati alcuni grandi nomi e molte new entry, tra cui spicca il Professor Camillo Ricordi, già noto alle cronache per essere stato uno dei sostenitori del metodo Stamina, che fu poi bocciato proprio dall’Istituto Superiore di Sanità nel 2013 perché privo di fondamenti scientifici.

Con l’annuncio di ieri, in cui Grillo si è detta “orgogliosa della scelta” perché questi nomi “rappresentano il meglio dell’Italia”, e che “merito, competenza e trasparenza sono le uniche bussole” per orientare le nomine in Italia. Ma forse sarebbe stata utile una lettura critica di tutti i curricula. Quello di Ricordi, ad esempio, che se da un lato è Direttore del Diabetes Research Institute dell’Università di Miami e autore di numerose pubblicazioni scientifiche, dall’altro è anche fondatore della Cure Alliance, una realtà di ricercatori e imprenditori che spingono per mettere a reddito terapie innovative senza passare dai banchi di prova che si chiamano prove di efficacia e sicurezza previste da EMA e FDA. Vada per la competenza e il merito, ma quanto a trasparenza ci sarebbe da discutere.

E infatti, a fronte delle lodi pentastellate pubblicate sul sito del Movimento, secondo cui “Grazie ai numerosi contributi scientifici pubblicati dai nuovi membri e soprattutto dall’impatto che hanno avuto nel progresso clinico-scientifico mondiale, […] il loro lavoro all’interno di un organo di ricerca importante come quello del CSS si distinguerà per la professionalità e i meriti”, sono arrivate le critiche dell’opposizione.
Uno per tutti, l’anatema della Senatrice PD Caterina Bini che dal sito del partito commenta così: “L’antiscienza fa il suo ingresso tra i nuovi membri del CSS. Complimenti alla Ministra Grillo per aver promosso Camillo Ricordi, già sponsor di primo livello della truffa chiamata metodo Stamina. È inoltre impressionante la diminuzione del numero delle donne presenti nel CSS: saranno 3 su 30, contro le 14 presenti nell’organo nominato dalla Ministra Lorenzin. Nuovi effetti del governo del cambiamento”.

Ma vediamo chi torna, chi esce e chi entra. Il Consiglio vedrà nuovamente presenti Giovanni Scambia e Bruno Dallapiccola. Mentre non ne farà più parte Silvio Garattini che sarà “fortemente impegnato per questo Ministero nel difficile tavolo della governance farmaceutica in stretta collaborazione con AIFA, ha precisato il Sottosegretario alla Salute con delega alla Ricerca, Armando Bartolazzi. Insieme a Garattini lasciano anche Edoardo Boncinelli e Alberto Mantovani che “avevano da tempo rassegnato le dimissioni a causa dei numerosi impegni internazionali”. Oltre a Ricordi altre 27 new entry (vedi tabella), scelti tra “personalità di chiara fama, inseriti tra i Top Italian Scientists con alta reputazione internazionale sulla base dei contributi scientifici pubblicati, del numero di citazioni e dell’impatto che questi lavori hanno avuto nel progresso clinico-scientifico mondiale” ha spiegato Grillo. Precisando che “orientamento politico, religioso, derive personali” non sono rientrati nei criteri di valutazione.
Polemiche a parte, ora che la squadra è formata, non resta che eleggere il capitano. Il CSS nominerà il Presidente nei prossimi giorni. Sotto l’auspicio del Ministro Grillo: “Un nome condiviso, di prestigio e che interpreterà pienamente l’alto mandato scientifico del Consiglio”.

I nuovi 30 membri non di diritto del Consiglio Superiore di Sanità (Fonte: Ministero della Salute):

Prof. Sergio ABRIGNANI
Ordinario di Patologia Generale- Università di Milano

Prof. Adriano AGUZZI
Direttore dell’Istituto di Neuropatologia di Zurigo

Prof. Mario BARBAGALLO
Ordinario di Geriatria – Università di Palermo

Prof. Mario Alberto BATTAGLIA
Ordinario di Igiene e Salute Pubblica – Università di Siena

Prof. Luca BENCI
Docente di diritto sanitario – Università di Firenze

Prof. Renato BERNARDINI
Ordinario di Farmacologia – Università di Catania

Prof. Giuseppe CAMPANILE
Ordinario di Scienze e Tecnologie Animali – Università “Federico II”- Napoli

Prof. Claudio COBELLI
Ordinario di Bioingegneria – Università di Padova

Prof. Giulio COSSU
Ordinario di Medicina Rigenerativa – Università di Manchester

Prof. Giuseppe CURIGLIANO
Prof. Ass. di Oncologia Medica – Università di Milano

Prof. Bruno DALLAPICCOLA
Direttore Scientifico dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù

Prof. Domenico DE LEO
Prof. Ordinario di Medicina Legale – Università di Verona

Prof.ssa Paola DI GIULIO
Prof. Ass. di Scienze Infermieristiche – Università di Torino

Prof. Marco FERRARI
Ordinario di Malattie Odontostomatologiche – Università di Siena

Prof. Carlo FORESTA
Ordinario di Endocrinologia – Università di Padova

Prof.ssa Silvia GIORDANO
Ordinario di Istologia – Università di Torino

Prof. Andrea GIUSTINA
Ordinario di Endocrinologia e Malattie del Metabolismo – Università S. Raffaele di Milano

Prof. Andrea LAGHI
Prof. Ordinario di Radiologia – Università Sapienza di Roma

Prof. Franco LOCATELLI
Direttore Dipartimento di Onco-Ematologia Pediatrica dell’Ospedale Bambino Gesù

Prof. Francesco LONGO
Prof. Associato Dipartimento Analisi Politiche e Management Pubblico – Università Bocconi

Prof. Vito MARTELLA
Prof. Ordinario di Malattie Infettive degli animali domestici – Università di Bari

Prof.ssa Maria G. MASUCCI
Prof.ssa Ord. di Virologia presso il Karolinska Institute di Stoccolma – Membro Commissione Nobel

Prof. Marco MONTORSI
Rettore dell’Università HUMANITAS

Prof. Paolo PEDERZOLI
Prof. Ordinario di Chirurgia Generale – Università di Padova

Prof. Giuseppe REMUZZI
Direttore dell’Irccs “Mario Negri” – Milano

Prof. Camillo RICORDI
Prof. Di Chirurgia e Medicina dei Trapianti cellulari – Università di Miami (FLORIDA)

Prof. Massimo RUGGE
Prof. Ordinario di Anatomia Patologica ed Oncologia – Università di Padova

Prof. Giovanni SCAMBIA
Direttore Scuola Spec. In Ginecologia e Ostetricia – Università S. Cuore Pol. Gemelli

Prof. Fabrizio STARACE
Direttore Dipartimento Salute Mentale e Dipendenze Patologiche – AUSL di Modena

Prof. Paolo VINEIS
Prof. Ordinario di Epidemiologia presso l’Imperial College di Londra

Altre news

6 febbraio 2019